Sottopasso ferroviario di Deiva Marina - URETEK
Home / Consolidamento terreni / Sottopasso ferroviario di Deiva Marina

Sottopasso ferroviario di Deiva Marina

Sottopasso ferroviario

Consolidamento
Terreni

Tipo di struttura: Strutture speciali

Tipo servizio: Deep Injections

Comune: Deiva Marina

Provincia: La Spezia

Regione: Liguria

 

LA STRUTTURA

Sottopasso pedonale in pietra e muratura che consente ai bagnanti la passeggiata a mare, sovrastato dalla linea ferroviaria Pisa-Genova, in adiacenza al quale si dovevano realizzare dei box interrati.

 

IL PROBLEMA

l’intervento di consolidamento mirava ad aumentare la resistenza al taglio del terreno alla base del piedritto di sinistra, rivolto verso il mare, in previsione di uno scavo da realizzarsi in adiacenza finalizzato alla costruzione di box interrati. Lo scavo avrebbe interessato l’esterno del sottopasso, in fregio al piedritto rivolto verso il mare, con un approfondimento di -0,80m dall’intradosso della fondazione dello stesso, mentre la quota di scavo antecedente l’esecuzione dei lavori coincideva proprio con la quota di intradosso fondazione suddetta. Il miglioramento con iniezione di resine aveva lo scopo di contribuire ad aumentare la coesione nel terreno al disotto della fondazione e a distribuire i carichi verticali in profondità.

 

L’INTERVENTO

Anno di esecuzione

2008

Durata dei lavori

2 giorni lavorativi.

Indagini in sito e prove di laboratorio

Dall’accertamento delle condizioni operative generali la larghezza della fondazione del piedritto è pari a 1,60m.

Il terreno di fondazione è costituito da sabbia e ghiaia con coefficiente di uniformità compreso fra 8 e 9 e stato di addensamento definito da valori caratteristici di NSPT pari a 10.

Modalità di intervento

Metodo Uretek Deep Injections che interessa l’intera lunghezza del piedritto (22m circa di fondazione nastriforme), fino alla quota di -2m dall’esistente piano di fondo scavo, per cui il volume di terreno complessivamente interessato dal trattamento è risultato pari a 70m3 circa.

Esito dell’intervento

prima e dopo l’intervento sono state eseguite prove penetrometriche dinamiche che hanno confermato il conseguimento in sito dell’aumento richiesto della capacità portante del terreno.

OSSERVAZIONI

Il metodo Uretek Deep Injection riesce a trattare con efficacia una vasta gamma di problematiche sia per quanto riguarda il restauro di costruzioni fatiscenti che il consolidamento statico di opere in muratura che vengono interessate da scavi o sollecitazioni esterne diverse da quelle previste in sede dell’originale progetto, come il sottopasso or ora descritto.

In questo caso è stato possibile intervenire in un terreno sabbioso interessato da falda a quota prossima al piano campagna data la vicinanza al mare, su un’opera dalle fondazioni molto superficiali e addirittura esposte, non interrate, senza compromettere né il traffico ferroviario, né la possibilità dei pedoni di usufruire del sottopassaggio.

Inoltre la scarsa invasività ed i tempi rapidi di cantiere fanno sì che non vi siano interferenze con le altre lavorazioni o rallentamenti delle stesse, nel caso descritto le operazioni di scavo preliminari al getto delle fondazioni dei box.