Consolidamento del terreno di fondazione della scuola primaria di Fiumefreddo (CT)

    LUOGO: Scuola primaria Principe di Piemonte Fiumefreddo (CT) - Italia
    ANNO: 2003
    DURATA CANTIERE: 30 giorni lavorativi

    IL PROBLEMA

    Lesioni sulle murature portanti

    LA SOLUZIONE

    Consolidamento del terreno di fondazione con iniezioni di resina espandente Uretek Geoplus®- tecnologia Uretek Deep Injections®

    Il fabbricato, che ospita la scuola primaria e la scuola dell’infanzia del comune di Fiumefreddo, è costituito da due corpi realizzati in epoche diverse: il primo negli anni ’30 e il secondo negli anni ‘50-’60. Entrambi i corpi si presentano con due livelli fuori terra e copertura a terrazza.

    IL PROBLEMA

    Sulle murature portanti si erano evidenziate alcune lesioni, inclinate a 45°, dovute a un cedimento differenziale dell'angolo indicato con le lettere A, B e C nella planimetria ed in particolare del vertice B.

    Perchè è stata scelta la soluzione Uretek: 

    • rapidità: attenta pianificazione e programmazione dei tempi di esecuzione che permettevano di realizzare l’opera in tempi brevi;
    • costi competitivi;
    • non invasività: l’intervento proposto da Uretek non necessitava di scavi o lavori in muratura, non avrebbe sporcato l’area né prodotto scarti di lavorazione;
    • monitoraggio continuo del lavoro: sia durante che dopo l’intervento le attività sarebbero state sottoposte a controllo in tempo reale mediante tecnologia laser d’avanguardia e personale altamente qualificato;
    • applicazione della tecnologia esclusiva Uretek Deep Injections® che, grazie all’iniezione della resina espandente Uretek Geoplus® ad alta pressione di rigonfiamento, compatta il terreno e stabilizza le strutture;
    • attenzione all’ambiente: la miscelazione fuori terra delle resine Uretek® genera un prodotto finale inerte, che non rilascia eluati nel terreno e nelle eventuali falde presenti.

    LA SOLUZIONE

    Per consolidare il terreno di fondazione abbiamo applicato la tecnologia Uretek Deep Injections® che prevede iniezioni della resina espandente Uretek Geoplus® secondo due fasi operative:

    1ª FASE - Compattazione superficiale: iniezioni eseguite all'intradosso delle fondazioni con lo scopo di migliorare le caratteristiche geomeccaniche del terreno e riempire i vuoti macroscopici presenti nell'interfaccia fondazione-terreno. 

    2ª FASE - Consolidamento in profondità: iniezioni eseguite su 2 livelli di profondità nel volume di terreno interessato dai carichi. 

    Abbiamo verificato la riuscita dell'intervento e constatato il netto miglioramento dei parametri di rigidezza del terreno tramite monitoraggio laser sensibile a variazioni di 1 mm e mediante prove penetrometriche, eseguite prima e dopo l’intervento. Abbiamo trattato complessivamente 50 ml di fondazione in 5 giorni lavorativi.

    Osservazioni
    Questo, come molti altri interventi eseguiti dieci anni fa ed oltre, è un esempio della durabilità della soluzione Uretek. Un’attenta progettazione dell’intervento, l’impiego di speciali resine brevettate e la competenza ed esperienza delle nostre squadre operative sono i pilastri su cui si regge l’affidabilità dell’azienda.

    IL PROGETTO NEL DETTAGLIO

    Indagini
    Un accurato rilievo delle quote in vari punti del fabbricato ha confermato l’esistenza di un’inclinazione dell’edificio in direzione del vertice C (vedi pianta); abbiamo inoltre effettuato un’analisi agli elementi finiti per stimare le tensioni agenti sul terreno e quindi eseguire una verifica della capacità portante.
    L’analisi strutturale ha evidenziato che le pressioni, e quindi i cedimenti, erano massimi in corrispondenza dell’angolo oggetto di trattamento. Dalla relazione geotecnica si evinceva che “non esistono particolari problemi geologici e geotecnici” mentre dal punto di vista della caratterizzazione del terreno si afferma che “...i primi 6 metri sono costituiti da alluvioni terrazzate limo sabbiose e dopo tale quota sono presenti lave scoriacee o litoidi fratturati con caratteristiche geotecniche superiori”.  In conclusione, si ritiene che “le cause siano sostanzialmente: 

    •  una concentrazione di sforzi lungo l’angolo A B C; 
    •  un graduale dilavamento del terreno di natura limo sabbiosa del piazzale dovuto alla presenza di un pozzo disperdente poi disattivato; 
    • un progressivo detensionamento del terreno in seguito a scavi effettuati in varie epoche nei lotti adiacenti e più recentemente lo scavo per la realizzazione della palestra comunale”

    La fondazione, posata alla quota di - 3.70 metri dal piano di campagna, è costituita da blocchi di roccia vulcanica effusiva.

    Intervento
    Impiegando perforatori manuali abbiamo realizzato i fori che hanno raggiunto il terreno di fondazione; in seguito abbiamo inserito i tubi di iniezione, di diverse lunghezze, spinti nel terreno a vibrazione. I condotti hanno raggiunto la profondità massima di circa 5,7 metri dal piano campagna e sono stati posti in opera con un interasse regolare di circa 120 cm in corrispondenza dei muri portanti.
    La resina Uretek Geoplus®, iniettata allo stato liquido, si espande nel terreno circa 10/15 volte consolidandolo e aumentandone la capacità portante. L’iniezione eseguita a vari livelli di profondità ha reso possibile il miglioramento delle caratteristiche geomeccaniche del terreno di fondazione in tutto il bulbo delle pressioni.

     

    Controlli e verifiche

    Durante le operazioni di iniezione della resina, per controllare gli spostamenti verticali della struttura abbiamo fatto uso di strumentazione laser con precisione di +/- 1,0 mm. L’esito positivo dell’intervento è stato controllato mediante tre prove penetrometriche dinamiche comparative eseguite nello stesso intorno: una prima delle iniezioni e due dopo le iniezioni rispettivamente in adiacenza e in asse alla fondazione.