Consolidamento del terreno di fondazione di un edificio del XVIII - Vienna, Austria

    LUOGO: Vienna - Austria
    ANNO: 2006
    DURATA CANTIERE: 30 giorni lavorativi

    IL PROBLEMA

    Incrementare la capacità portante del terreno di fondazione

    LA SOLUZIONE

    Consolidamento del terreno di fondazione con iniezioni di resina espandente Uretek Geoplus®- tecnologia Uretek Deep Injections®

    Il palazzo, un edificio storico situato nel centro di Vienna, al numero 10 di via Hörlgasse, è costituito da 5 piani fuori terra più un piano seminterrato.

    IL PROBLEMA

    In vista del rinnovamento del tetto, per aumentare i carichi in sicurezza e trasferire al suolo una pressione di progetto superiore a quella originaria, si doveva incrementare la capacità portante del terreno di fondazione prima della ristrutturazione.

    Le esigenze del cliente
    Data la delicatezza del contesto, il committente desiderava affidare l’intervento ad una squadra di professionisti capaci di lavorare nella massima salvaguardia degli edifici storici senza interrompere il regolare svolgimento delle attività che avevano luogo nell’edificio.

    Perché è stata scelta la soluzione di Uretek:

    • rapidità
      attenta pianificazione e programmazione dei tempi di esecuzione che permettevano di realizzare l’opera in tempi brevi;
    • costi competitivi;
    • non invasività: l’intervento proposto da Uretek non necessitava scavi o lavori in muratura, non avrebbe sporcato l’area né prodotto scarti di lavorazione;
    • monitoraggio continuo del lavoro: sia durante che dopo l’intervento le attività sarebbero state sottoposte a controllo in tempo reale mediante tecnologia laser d’avanguardia e personale altamente qualificato;
    • applicazione della tecnologia esclusiva Uretek Deep Injections® che, grazie all’iniezione della resina espandente Uretek Geoplus® ad alta pressione di rigonfiamento, compatta il terreno e stabilizza le strutture;
    • attenzione all’ambiente: la miscelazione fuori terra delle resine Uretek® genera un prodotto finale inerte, che non rilascia eluati nel terreno e nelle eventuali falde presenti.

    LA SOLUZIONE

    Abbiamo applicato la tecnologia Uretek Deep Injections® che prevede iniezioni della resina espandente Uretek Geoplus® secondo due fasi operative:

    1ª FASE - Compattazione superficiale: iniezioni eseguite all'intradosso delle fondazioni con lo scopo di migliorare le caratteristiche geomeccaniche del terreno e riempire i vuoti macroscopici presenti nell'interfaccia fondazione-terreno.

    2ª FASE - Consolidamento in profondità: iniezioni eseguite su 3 e 5 livelli di profondità nel volume di terreno interessato dai carichi. 

    Abbiamo verificato la riuscita dell'intervento tramite monitoraggio laser durante le iniezioni e mediante prove penetrometriche, eseguite prima e dopo l’intervento. Abbiamo trattato 259 ml di fondazione nastriforme con un totale di 10.176 Kg di resina iniettata. L’intera operazione, comprendente il monitoraggio e le verifiche penetrometriche, ha richiesto quasi un mese di lavorazione.

    Osservazioni

    Sebbene fosse presente un certo quadro fessurativo, abbiamo eseguito l’intervento nell’ottica preventiva di adeguare la portanza del terreno ai carichi finali previsti dal progetto. L’obiettivo è stato raggiunto senza evacuare lo stabile, senza opere provvisionali sulle sovrastrutture e senza intervenire sulle fondazioni per modificarne la geometria.

     

    L'intervento nel dettaglio

    La presenza di lesioni, sulla facciata prospiciente via Hörlgasse, ma non su altre zone, denotava una diversa sensibilità al cedimento da parte delle varie porzioni dell’edificio. Il piano seminterrato dello stabile, infatti, era presente solo su metà circa dell’intera superficie in pianta, di conseguenza il piano d’imposta delle fondazioni non era uniforme. Alcuni saggi effettuati sulle fondazioni avevano evidenziato, inoltre, che la fondazione nastriforme aveva una larghezza compresa tra 60 e 95 cm.

    Date le premesse sopra elencate, abbiamo deciso di applicare Uretek Deep Injections®, una lavorazione a basso grado di invasività che richiede fori di diametro ridotto, inferiore a 3 cm, realizzati con perforatori manuali: in questo modo non abbiamo generato vibrazioni e nemmeno disturbato le eventuali attività in corso. L’iniezione della resina Uretek Geoplus®, che espandendo nel terreno di fondazione ne provoca la compattazione, permette di migliorare le caratteristiche geotecniche del terreno stesso quali coesione, modulo elastico e resistenza alla compressione. Vista la composizione del terreno stratificato, con presenza di sabbie nei livelli più superficiali e ghiaia più in profondità, abbiamo eseguito da 3 a 5 livelli di iniezione, a seconda della profondità del tetto dello strato di ghiaia. Abbiamo iniettato la resina espandente in quantità non omogenee così da diminuire le differenze di compressibilità del terreno di fondazione sotto i diversi punti della struttura. Le iniezioni sono state eseguite alle quote di 0,10 - 1,10 - 2,10 - 3,10 - 4,10 m dal piano d’appoggio delle fondazioni.

    Controlli e verifiche
    I risultati del monitoraggio e dei test penetrometrici comparativi, eseguiti prima e dopo le iniezioni, hanno confermato il successo dell’intervento.

    Software URETEK S.I.M.S. 
    Per la modellazione dell’intervento di consolidamento tramite iniezione di resine abbiamo utilizzato il software di calcolo URETEK S.I.M.S. uno strumento innovativo che risponde alle esigenze dei progettisti operanti nel settore della geotecnica e permette di adempiere agli obblighi imposti dalla normativa tecnica DM 24/01/2008. Per maggiori informazioni.