Arrestiamo Infiltrazioni d'acqua da strutture controterra

    Stai cercando la soluzione per arrestare infiltrazioni d’acqua in strutture come:

    Cantine, taverne, fosse di ascensori, pavimentazioni?
    Sottopassi stradali e ferroviari, gallerie, parcheggi interrati, garage, diaframmi?
    Giunti idraulici (es. piscine, vasche, tubazioni, ecc.)?
    Tubi e pozzetti in calcestruzzo accessibili, vasche interrate (anche esterne)?

    Arrestiamo le infiltrazioni d’acqua con iniezioni di resina espandente e gel saturante

    Per arrestare le infiltrazioni d’acqua attraverso strutture murarie che generalmente presentano delle discontinuità (giunti, riprese di getto, crepe, buchi, ecc…) iniettiamo una resina espandente ed un gel saturante. L’inizio della reazione della resina dipende dalla presenza d’acqua e varia generalmente da 30 a 50 secondi.

    Abbiamo brevettato la tecnologia Uretek Water Barrier®, un sistema esclusivo per l’arresto delle infiltrazioni da murature, generalmente contro terra, che presentano discontinuità.

    In 30 anni di attività abbiamo realizzato più di 55.000 interventi

    uretek_italiaI NOSTRI INGEGNERI E GEOLOGI SONO PRESENTI SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE

     

    I vantaggi della soluzione Uretek per l’arresto delle infiltrazioni d’acqua

    Interveniamo in ambito commerciale, industriale, civile, infrastrutturale; ripristiniamo la sicurezza operativa senza interrompere il tuo lavoro. Il nostro intervento è pulito e subito efficace.

    1. Messa in opera

     

    2. Soluzioni non invasive

     

    3. Grande flessibilità

     

    5. Risultato immediato

     

    • Applicazione rapida
    • Protezione contro future infiltrazioni d’acqua
    • Risultati immediatamente visibili
    • Nessun disturbo alle normali attività in corso, cantiere di piccole dimensioni
    • Nessuna demolizione o scavo
    • Tecnologia rispettosa dell’ambiente
    • Soluzione più conveniente rispetto ad altre tipologie di intervento

    Campi di applicazione


    Edifici civili: cantine, taverne, garage, fosse di ascensori, pavimentazioni


    Sottopassi stradali e ferroviari

    Gallerie

    Giunti idraulici (es. piscine, vasche, tubazioni, ecc)

    Diaframmi

    Parcheggi interrati

    Tubi e pozzetti in calcestruzzo accessibili

    Arresto delle infiltrazioni d’acqua in

    • Murature, platee o pavimentazioni in calcestruzzo armato
    • Murature in pietra o mattoni pieni

    Scopri come abbiamo risolto

    Uretek_Ponte_Lézinnes

     

    Waterbarrier_Corbiolo

     

    APPROFONDIMENTO

    Le infiltrazioni d’acqua nelle murature sono generalmente causate da:

    • aumento stagionale del livello della falda;
    • eventi meteorologici straordinari;
    • effetto nuove costruzioni vicine;
    • non corretta canalizzazione delle acque superficiali;
    • moti di filtrazione sotterranei.

    L’eccessiva umidità accumulata nella struttura può generare:

    Danni estetici come macchie sulle pareti, muffe, efflorescenze saline superficiali, sfarinamento e sgretolamento dell’intonaco, disgregazione della struttura portante). La cristallizzazione dei sali in superficie, dovuta alla continua evaporazione dell’umidità in eccesso, provoca danni estetici irreversibili che aumentano con il passare del tempo.

    Minor comfort: pareti bagnate, pavimenti allagati, cattivo odore, non praticabilità dei locali. L’infiltrazione d’acqua o l’eccessiva umidità sulle pareti si riversa sul pavimento rendendo impossibile il normale utilizzo dei locali, fino ad arrivare alla loro impraticabilità.
    L’eccessiva presenza d’acqua nelle strutture perimetrali comporta invece un'elevata inefficienza termica dell’involucro edilizio che favorisce l’insorgenza di muffe, funghi e cattivi odori.

    Danni strutturali come insorgenza di nuove fessurazioni, riduzione della capacità portante dei materiali costituenti le strutture, malfunzionamento degli impianti elettrici, deterioramento anomalo degli impianti tecnologici. I sali disciolti nel terreno e nei materiali da costruzione vengono trasportati in superficie dall’eccessiva umidità; questo continuo accumulo crea cristalli sempre più grandi che generano pressioni tali da sgretolare la struttura. Tale processo si incrementa nel tempo. Inoltre, all’aumento dell’umidità del materiale corrisponde una diminuzione della sua resistenza meccanica alla compressione, che può generare assestamenti della struttura, spesso con la conseguente formazione di crepe sul paramento murario.

    Maggiori costi per riscaldamento ed energia elettrica, per il risanamento delle superfici ammalorate e perdita di valore dell’immobile. Una parete umida è scarsamente isolante in quanto l’acqua al suo interno, essendo un ottimo conduttore di calore, causa una dispersione termica molto elevata e perciò elevati costi di riscaldamento (una parete umida è 3 volte meno isolante di una asciutta). L’utilizzo di deumidificatori e stufe è una scelta che non risolve il problema e aggrava le spese di energia elettrica. Gli interventi edilizi superficiali (tinteggiatura, rifacimento dell’intonaco, ecc.) non sono duraturi, spesso vanno ripetuti ogni anno e si traducono solo in continue ed inutili spese.