Come riconoscere le infiltrazioni d'acqua nei muri controterra?

    Quando si parla di muri controterra, ci riferiamo principalmente alle tipologie di murature che si trovano a contatto con il terreno.

    Nella maggior parte dei casi, tali murature coincidono con muri perimetrali la cui funzione è quella di sostenere la costruzione qualora risultino presenti dei terrapieni.

    La posizione che questi muri occupano li rende particolarmente esposti a problematiche d’infiltrazione. Il punto è che l’acqua può causare il degrado dell'integrità strutturale dei muri controterra. Andiamo, dunque, a vedere quali danni può comportare l'infiltrazione dell’acqua nei muri controterra, quali sono le cause di questo problema e cosa si può fare per risolverlo in via definitiva, con una soluzione duratura e sicura.

    Quali sono i danni da infiltrazioni d'acqua nei muri controterra?

    I danni causati dall’acqua nei muri controterra possono essere svariati.

    In primo luogo, bisogna considerare la questione delle muffe che possono facilmente venire a formarsi, sia a causa dell’umidità sia in considerazione del fatto che negli ambienti interrati e seminterrati bisogna fare i conti con condizioni di scarsa luce naturale e di insufficiente ricambio d’aria.

    Nel caso di murature e strutture in cemento armato, in un orizzonte temporale medio-lungo le infiltrazioni d'acqua possono determinare l’ossidazione dell’armatura e il danneggiamento del getto, mettendo a rischio la stabilità e, dunque, la sicurezza della struttura, con conseguente formazione di crepe sulle pareti.

    In gran parte dei casi, le infiltrazioni d’acqua si verificano tra corpi separati. Un esempio è l’infiltrazione che avviene tra il solaio e la muratura o quella tra la muratura verticale e la fondazione continua o platea, o tra i giunti di costruzione.

    Vanno considerati anche i danni sotto il profilo estetico. Le infiltrazioni d’acqua possono, infatti, contribuire fortemente alla formazione di macchie sulle pareti. 

    Tutto ciò può portare allo sgretolamento dell’intonaco, con il rischio di compromettere l’intera struttura. 

    Con il passare del tempo, i danni saranno sempre più visibili e contribuiranno a rendere meno gradevole la struttura esteticamente.

    Maggiore è la quantità di acqua che si accumula nelle pareti, più elevata sarà anche la dispersione di calore, con conseguente aumento dei costi di riscaldamento. Infine, non si possono ignorare i rischi per la salute umana. Un ambiente caratterizzato da eccessiva umidità e nel quale si formano funghi e muffe può causare la formazione di malattie più o meno gravi, sia cutanee che respiratorie.

    Come capire da dove si infiltra l'acqua?

    Comprendere le cause dell’infiltrazione d’acqua nei muri controterra è molto importante affinché si possa intervenire quanto prima per porre fine alla problematica.

    L’infiltrazione potrebbe, ad esempio, essere determinata dalla presenza di perdite o da un cattivo funzionamento dei tubi dell’impianto idrico. Un’altra possibile causa delle infiltrazioni d’acqua è da ricercare nei ristagni d’acqua che potrebbero venire a crearsi in aree in cui dalle condizioni ambientali molto particolari.

    Sei sicuro che i muri controterra siano stati adeguatamente isolati? Qualora ciò non fosse avvenuto, la causa delle infiltrazioni d’acqua potrebbe essere proprio un isolamento assente o mal performante.

    Non finisce qui. Dovresti preoccuparti di verificare le condizioni del tuo impianto di riscaldamento così come eventuali rotture di tubazioni interne dell’acqua. Per giunta, il passaggio dell’acqua potrebbe essere determinato anche dalla rottura di elettrodomestici d’uso comune nelle nostre abitazioni, come lavatrici o lavastoviglie. Tra l’altro, non è da escludere che la causa della perdita sia da ricercare nelle perdite che si generano negli scarichi di acque nere o pluviali.

    Potresti notare il problema qualora comparissero sull’intonaco delle macchie più scure di umidità o qualora notassi aloni di pittura sul soffitto oppure sulle pareti. Diventa fondamentale individuare tutte le perdite d’acqua, così da circoscrivere l’area danneggiata per poi procedere alla risoluzione del problema.

    Come risolvere il problema delle infiltrazioni d'acqua nei muri controterra?

    Il problema delle infiltrazioni d’acqua nei muri controterra può essere risolto attraverso l’iniezione di soluzioni a base di resina espandente e di un gel saturante. A seconda del quantitativo d’acqua presente, cambiano i tempi per l’inizio della reazione della resina, i quali possono variare da un minimo di 30 ad un massimo di 50 secondi.

    I vantaggi dell’impiego di questa soluzione sono tanti. Innanzitutto, l’applicazione è molto rapida. Inoltre, la resina espandente ed il gel saturante assicurano protezione da eventuali infiltrazioni d’acqua future. I risultati sono visibili sin da subito e l’intervento non arreca alcun disagio agli inquilini. L’intervento viene effettuato con l’impiego di tecnologie a basso impatto ambientale e non richiede alcuno scavo o demolizione.