Consolidamento dei paramenti murari e del manto stradale -Ponte di Radicondoli (SI)

    LUOGO: Ponte stradale - SP3 delle Galleraie Radicondoli (SI) - Italia
    ANNO: 2012
    DURATA CANTIERE: 9 giorni lavorativi

    IL PROBLEMA

    Vuoti all’interno del sistema murario con rischio di collasso

    LA SOLUZIONE

    Consolidamento dei paramenti murari e del manto stradale con iniezioni di resina - tecnologie Uretek Walls Restoring® e Uretek Floor Lift®

    Il ponte stradale situato al Km 8,150 della Strada Provinciale n° 3 delle Galleraie, nel Comune di Radicondoli, è costituito da blocchi di pietra legati con una normale malta cementizia. La pavimentazione stradale è costituita da una platea in calcestruzzo armato con uno strato di asfalto soprastante.

    IL PROBLEMA

    Le pietre che compongono i paramenti murari della spalletta del ponte erano disaggregate in molti punti e, fra i blocchi,  la malta legante era quasi completamente scomparsa. La pavimentazione stradale, inoltre, presentava una zona con avvallamenti profondi fino a circa 6 cm.

    Perchè è stata scelta la soluzione Uretek: 

    • rapidità;
    • costi competitivi;
    • non invasività: l’intervento proposto non avrebbe alterato l’estetica della muratura, non avrebbe sporcato l’area né prodotto scarti di lavorazione;
    • monitoraggio del lavoro mediante tecnologia laser;
    • tecnologia Uretek Walls Restoring® specificamente studiata per il consolidamento delle murature ammalorate grazie ad iniezioni di resina espandente che riempie i vuoti e aggrega gli elementi che costituiscono la struttura. Garantisce un trattamento uniforme in ogni punto della struttura muraria ed è efficace anche in murature sommerse o sotto falda.
    • applicazione della resina Idro CP200, prodotta in esclusiva per Uretek, con caratteristiche meccaniche paragonabili a quelle delle normali malte di allettamento, non subisce dilavamento ed è impermeabile;
    • trattamento uniforme in ogni punto della struttura muraria;
    • attenzione all’ambiente: la miscelazione fuori terra delle resine Uretek® genera un prodotto finale inerte, che non rilascia eluati nel terreno e nelle eventuali falde presenti.

    LA SOLUZIONE

    Avevamo due obiettivi da raggiungere: riempire i vuoti presenti tra i blocchi di pietra, riaggregandoli e ripristinare la planarità della pavimentazione stradale. 

    Per il consolidamento dei paramenti murari, abbiamo scelto di intervenire con la tecnologia innovativa Uretek Walls Restoring®, mentre per la pavimentazione stradale abbiamo utilizzato la tecnologia Uretek Floor Lift®. In totale abbiamo trattato circa 200 m³ di muratura e 40 mq di pavimentazione in 9 giorni lavorativi.

     

    Osservazioni

    Prima di eseguire le iniezioni sui paramenti murari, abbiamo asportato il legante cementizio ammalorato e provveduto alla scarnitura dei giunti, eliminando e pulendo la malta esistente per una profondità di circa 5 cm. A questo punto abbiamo lavato la superficie della muratura con acqua e agenti chimici e infine sigillato e rinzaffato le fessure e i giunti con nuova malta.

    IL PROGETTO NEL DETTAGLIO

    Il dissesto, sia della pavimentazione che della muratura era riconducibile a due concause: un dilavamento prolungato nel tempo e la circolazione di molti mezzi pesanti al di sopra della strada. Ecco come abbiamo operato:

    Paramenti murari - tecnologia Uretek Walls Restoring®
    I due paramenti laterali della spalletta da consolidare, posti longitudinalmente rispetto all’asse stradale, misuravano circa 9 metri di lunghezza con un’altezza media di 4,75 metri ciascuno.
    La spalletta, trasversale rispetto all’asse stradale (di sostegno all’arco del ponte) era lunga circa 5,5 metri con un’altezza di 9,5 metri.
    Per poter iniettare la speciale resina espandente IDRO CP 200 per prima cosa abbiamo eseguito i fori all’interno del sistema murario in modo da attraversare le discontinuità presenti nello stesso e successivamente abbiamo inserito i tubi di iniezione. L’espansione della resina, conseguente ad una reazione chimica che causa un aumento di volume fino a 2,5 volte circa, ha consentito alla miscela di raggiungere le cavità in comunicazione o prossime al punto di iniezione. Estraendo i tubi gradualmente, senza interrompere il flusso, la miscela si diffonde in tutte le cavità attraversate eliminando discontinuità che possono rappresentare pericolose debolezze strutturali. 

    Walls Restoring® è applicabile anche a strutture costruite con mattoni, materiale lapideo o materiali misti come banchine, argini, contrafforti, muri di contenimento e fondazioni.

    Pavimentazione stradale - tecnologia Uretek Floor Lift®
    La pavimentazione, realizzata negli anni ’70, era composta da una platea in cemento armato dello spessore di circa 35 cm su cui era stato steso uno strato di asfalto di spessore non meglio precisato. Il cedimento, notato già nel 2010, al momento dell’intervento mostrava un abbassamento medio di circa 3 cm (massimo circa 6 cm). È probabile che fosse presente una certa circolazione idrica al di sotto della platea in grado di generare fenomeni di dilavamento. In anni più recenti, per eliminare questo problema, era stato realizzato un drenaggio a monte.

    Per consolidare il sottofondo della pavimentazione stradale e riempire eventuali cavità presenti all’intradosso della platea abbiamo iniettato la resina espandente immediatamente sotto il massetto di pavimentazione. La livellazione mediante strumenti laser, in grado di rilevare movimenti millimetrici della pavimentazione, ha permesso di sollevare gradualmente le porzioni abbassate fino ad un massimo di circa 6 cm. In questo modo è stata ripristinata la planarità preesistente.