Consolidamento delle murature di un bacino di carenaggio del XVIII secolo Nizza - Francia

    LUOGO: Villefranche Sur Mer - Nizza - Francia
    DURATA CANTIERE: 3 giorni lavorativi

    IL PROBLEMA

    Infiltrazioni di acqua

    LA SOLUZIONE

    Consolidamento delle murature con iniezioni di resina espandente - tecnologia Uretek Walls Restoring®

    Intervento su bacino di carenaggio del XVIII secolo
    Utilizzato frequentemente da diportisti, questo bacino in pietra bugnata, costruito nel 1730, ha ospitato la costruzione e la manutenzione delle galee del Regno di Piemonte e Sardegna. Lungo 62 metri e largo 12, a quel tempo poteva ospitare navi di tutte le dimensioni. Durante la seconda guerra mondiale, il bacino è stato in parte ricostruito dopo un crollo causato da un bombardamento

    IL PROBLEMA

    Durante l'inverno, quando il bacino è vuoto, in caso di venute d'acqua rilevanti risulta ostacolata la carenatura delle barche ed è necessario ricorrere all'uso di pompe ad alta portata.
    Queste infiltrazioni d’acqua sono causate dal fatto che il bacino ha una profondità da 2,20 a 3,40 metri e si trova sotto il livello del mare ed inoltre riceve acqua proveniente da sorgenti poste tra le colline e le montagne che si affacciano su Villefranche.  La successione di questi riempimenti e svuotamenti ha generato nel tempo l'erosione e la disgregazione della muratura.

    Le esigenze del cliente
    La direzione dei porti già da anni cercava una soluzione che fosse almeno in grado di limitare il livello delle infiltrazioni d’acqua.

    Perché è stata scelta la soluzione Uretek:

    • Rapidità
      attenta pianificazione e programmazione dei tempi di esecuzione che permettevano di realizzare l’opera in tempi brevi;
    • Costi competitivi
    • Non invasività
      l’intervento proposto da Uretek non avrebbe sporcato l’area né prodotto scarti di lavorazione;
    • Monitoraggio continuo del lavoro
      sia durante che dopo l’intervento le attività sarebbero state sottoposte a controllo in tempo reale e personale altamente qualificato;
    • Applicazione della tecnologia esclusiva Uretek Walls Restoring®
      che inietta nel terreno una speciale resina espandente con un’alta pressione di rigonfiamento che compatta il terreno e stabilizza le strutture ed è perfetta per interventi in ambienti sommersi;
    • Attenzione all’ambiente
      la miscelazione fuori terra delle resine Uretek® genera un prodotto finale inerte, che non rilascia eluati nel terreno e nelle eventuali falde presenti.

    LA SOLUZIONE

    Per trattare i 180 ml di giunti delle pareti laterali a gradoni da cui scaturivano le maggiori venute d'acqua abbiamo applicato la tecnologia Walls Restoring®. 

    Attraverso tubi da 12 mm posati con un interasse di circa 40 cm abbiamo iniettato l’esclusiva resina Uretek che, grazie alla sua capacità espansiva, ha colmato i vuoti e ricostruito il legante tra i blocchi di pietra. L’intervento ha richiesto tre giorni di cantiere e l’utilizzo di due dei nostri speciali camion-officina.

    • Maglia di iniezione: 40 cm sulle pareti laterali.
    • Controllo laser delle iniezioni.
    • Iniezioni sulle pareti laterali.
    • Particolare del laser impiegato per il controllo delle iniezioni.

    bacino_carenaggio_nizza_7

     

    IL PROGETTO NEL DETTAGLIO

    • Perforazione prima di inserire i tubi di iniezione.
    • Installazione dei tubi di iniezione nei fori precedentemente realizzati
    • Iniezione della resina a colonna, cioè con l’estrazione del tubo durante l’iniezione
    • Esecuzione di prove di impedenza meccanica che mostrano un addensamento delle zone in cui è stata iniettata la resina.